E’ stato domato nella notte l’incendio alla raffineria Eni di Sannazzaro De’ Burgondi (Pavia), scoppiato ieri prima delle 16. Lungo il lavoro dei Vigili del fuoco provenienti da tutta la Lombardia alle prese con   il raffreddamento dell’impianto.  A causare l’incendio pare sia stato lo scoppio di una pompa che spinge il carburante in una torre di raffinazione nella parte Est della raffineria. Nessun ferito e dall’Arpa la rassicurazione sull’assenza di un incremento degli inquinanti nell’aria, nonostante   uno scenario devastante con fiamme e nubi nere visibili a decine di chilometri di distanza. Oggi sul posto per un sopralluogo, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, con l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi, il prefetto di Pavia Erminia Rosa Cesari e il sindaco di Sannazzaro Roberto Zucca. Eni ha comunicato questa mattina “alle ore 7:50 il ‘cessato allarme’.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata