Presepe vivente di Bari, tutti gli animali presenti sono stati uccisi dando però la colpa ai cani randaggi. Inammissibile, Lega Nazionale per la Difesa del Cane entra a gamba tesa sul fatto di cronaca che si è consumato l’altra notte nel presepe con animali viventi in piazza a Ruvo di Puglia. Ignoti criminali hanno consumato l’esecuzione degli esseri senzienti innocenti che contornavano la sacra natalità: 21 galline e cinque conigli sono stati ammazzati a sangue freddo.

“Sorprende e stupisce, ammutolisce che alcuni organi di informazione abbiano spacciato la notizia come una “bravata inaccettabile”. Siamo ancora a questo punto, uccidere un animale è un atto sopra le righe. Tiriamo solo le orecchie a quei ragazzacci che hanno fatto questo brutto scherzo. Tanto, ci manca da scrivere, prima o poi qualcuno gli avrebbe tirato il collo e sarebbero finiti in pentola”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata