Le centraline della rete di monitoraggio della qualità dell’aria di Arpa Lombardia continuano a lanciare segnali chiari e inequivocabili, registrando valori di pm10 superiori ai 50 microgrammi per metro cubo (microg/m3) praticamente in tutta la regione. La prima soglia di attivazione del Protocollo per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria è stata, pertanto, superata per tredici giorni consecutivi nella provincia di Brescia, per dodici in quella di Cremona, dieci nelle province di Bergamo, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia, due in quella di Mantova, una giorno nelle province di Como, Lecco e Varese. Solo a Sondrio, il valore di pm10 si è fermato sotto la soglia, pari a 49 microgrammi.

La seconda soglia del protocollo, che si attesta a 70 microg/m3, è stata invece superata per nove giorni consecutivi in provincia di Monza e Brianza e, per il primo giorno, in quella di Como. Secondo le previsioni del Servizio meteorologico di Arpa, fino a domani le condizioni atmosferiche si manterranno non favorevoli alla dispersione degli inquinanti, mentre da giovedì è previsto l’arrivo di aria fredda e ventilazione moderata.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata