Il metanodotto Spina Ovest di Cremona, proposto dalla Snam, approderà lunedì 6 in consiglio comunale, per l’espressione di parere di compatibilità urbanistica, ultimo di una serie turbinosa di lavori che sta abbracciando l’intero territorio provinciale, da Soncino, al Cremasco a Cremona, tra rifacimenti di condutture, potenziamenti, allacciamenti e nuove tratte. Incombe una prescrizione per il rischio idrogeologico nella zona di via Bergamo, sollevata dall’amministrazione comunale, che ha richiesto anche una dichiarazione che impegni la Snam a ripiantumare. Il tracciato corre accanto al Naviglio città di Cremona e passa accanto all’azienda agricola Tre Valli di via Filzi, per portare gas a pressione di cinque atmosfere, per una lunghezza di 3.600 metri: la conversione energetica delle aziende continua inarrestabile, verso la messa in rete con gli stoccaggi di Bordolano, Sergnano e Ripalta Cremasca. La piattaforma nazionale del biometano dà un’ulteriore spinta alla rivoluzione energetica in corso, che potrà congiungersi anche alla rete del biogas. Lo sfruttamento del sottosuolo in provincia è particolarmente intenso: oltre alle ricerche di idrocarburi, la Regione ha progettato anche uno stoccaggio sotterraneo di Co2,  che potrà interessare il territorio cremonese: una vera e propria discarica di emissioni di Co2 captate dalle attività industriali e destinate allo scambio commerciale secondo il principio “chi inquina paga”. Sono 17 le pratiche concluse dalla Snam presso l’amministrazione provinciale. Una parte del mondo ambientalista considera colpevolmente troppo lenta la transizione verso le energie rinnovabili, in una modernizzazione della politica energetica che continua a premiare l’uso degli idrocarburi come il metano, per quanto più pulito. Anche il gasdotto Spina Ovest permetterà alle aziende di allacciarsi anche in tempi successivi. Il vecchio metanodotto della cascina Tre Valli, una volta sostituito, resterà nel sottosuolo, considerato ormai parte del mondo della natura.

Paolo Zignani

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata