Cremona Troppi punti contestati nel decreto legge appena approvato dal Governo sulla riforma del processo penale. L’Avvocatura penalista non ci sta e ha già dato vita ad una astensione per protestare contro le misure imposte senza discussione parlamentare. ecco alcune novità che non vanno giù agli avvocati e che consistono in una privatizzazione dei diritti essenziali di imputati e cittadini davanti alla legge.

Susanna Grillo

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata