Un’italiana di 42 anni e il suo compagno marocchino di 35, entrambi di Limbiate, sono finiti in manette per rapina e spaccio di droga in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Monza con l’accusa di aver aggredito brutalmente un giovane per un debito di droga all’interno di un centro commerciale a Monza, nell’ottobre del 2016, oltre a quella della gestione di una vasta attività di spaccio di cocaina. L’indagine, durata qualche mese e coordinata dal Pm di Monza Rosario Ferracane, ha permesso ai poliziotti di identificare la coppia come autrice della rapina e di ricostruire il giro di clienti dello spaccio che fruttava migliaia di euro al mese. Il 25enne non aveva pagato un debito di droga e per questo è stato pestato a sangue vicino al parcheggio delle biciclette del centro commerciale Auchan di Monza. Il filmato, diffuso dalla polizia, mostra la vittima colpita da calci e pugni anche quando è a terra. Un passante che ha assistito alla scena ha provato a bloccare il pestaggio con un ombrello, ma senza successo. Anche una donna ha assistito al fatto e probabilmente si tratta della complice dello spacciatore. Dalle indagini è anche emerso che il debito per droga della vittima era di circa 50 euro.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata