I carabinieri hanno arrestato un 55enne dipendente del Comune di Pioltello (Milano) accusato di aver chiesto 100 euro ad un cittadino di origine pachistana residente in quel Comune, per fargli ottenere il “bonus bebè” per il figlio appena nato, malgrado l’uomo ne avesse diritto e la concessione del contributo fosse automatica. Le manette per concussione continuata sono scattate subito dopo che l’impiegato ha intascato il contante sotto gli occhi dei militari di Pioltello e Cassano d’Adda che avevano installato una telecamera nel suo ufficio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata