La siccità che ha colpito l’intero paese ha già causato in Lombardia un danno di 300 milioni di euro in agricoltura. L’indicatore di una situazione che sta diventando preoccupante è il livello dei laghi e dei fiumi: il lago Maggiore è sotto di 40 centimetri rispetto ai livelli dello scorso anno, idem il lago di Como che è a meno 35 mentre il Po è sceso fino a 3 metri sotto lo zero idrometrico all’altezza del Ponte della Becca, nel Pavese, dove confluisce nel Po. Il mais è in grande sofferenza e gli agricoltori lombardi chiedono di  creare riserve d’acqua utilizzando le cave dismesse per evitare. Intanto Coldiretti si rivolge direttamente al Governo affinchè attui provvedimenti finalizzati a far fronte a questa grave situazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata