Il presidente Sergio Mattarella ha firmato il decreto legge sui vaccini che presto sarà pubblicato sulla gazzetta ufficiale e sarà pronto per entrare in vigore. Dodici vaccinazioni, da settembre, diventeranno obbligatorie e gratuite per tutti i bambini e ragazzi da zero a 16 anni. Una pioggia fredda per numerosissimi genitori e per quanti credono nel diritto di poter scegliere. A destare preoccupazione anche la recentissima sentenza della Corte d’Appello di Milano che ha smentito l’Associazione Italiana del Farmaco e ha confermato in via definitiva il nesso di causalità tra vaccini e una grave patologia della neonata. Ma oggi vogliamo porre l’attenzione su due questioni in particolare: la libertà di poter scegliere e la giusta informazione e lo facciamo con un’  avvocato che da anni si occupa di questo tipo di questioni ed ha seguito in prima persona tutta la vicenda.

2 Risposte

  1. SILVIA

    I media tutti, tranne poche eccezioni, annunciano la formalizzazione di questo decreto legge infame con toni di pacata cronaca, asettici, come se dessero i numeri del lotto, mentre io sento attonita la puzza del marcio che esala e ancora più attonita guardo chi mi sta intorno fare finta che nulla di grave sia successo, mi dicono “e vabbè che sarà mai, dai che non succede niente a tua figlia!” ma lo stato di schiavitù in cui ci hanno ridotto non lo vedono, non sentono contorcersi le budella come capita a me per l’indignazione, lo schifo, l’incredulità?!
    Ci vediamo a Roma il prossimo 11 giugno, care mamme e papà che possiedono ancora ben sviluppato il senso dell’olfatto e la dignità per opporre resistenza (da tutta Italia mi raccomando, io vengo dalla Brianza). Uniamo le nostre forze! ?

    Rispondi
    • Christian

      Ieri sera il professor DiBella ha invitato a non rassegnarsi a informarsi bene e a non delegare nessuno per la propria salute e dei nostri figli …chi ha orecchie per intendere…ci vediamo a Roma

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata