Osservare la nascita di una mostra, il lavoro che normalmente non si vede, è sempre affascinante, a maggior ragione se, come abbiamo potuto verificare alla Permanente di Milano, a essere esposte sono opere di grande formato su supporti fragili, come i dipinti su carta di riso dell’artista cinese Fang Zaholin, di cui viene allestita la mostra “Signora del Celeste Impero”. Un’esposizione che evidenzia come la pittrice abbia saputo coniugare l’arte del paesaggio con quella della calligrafia. Le esperienze e i viaggi di una vita che, per quanto traspare dai lavori, appare intrisa di curiosità e desiderio di scoperta, sono diventati paesaggi, colori, re-interpretazioni della vita stessa, intesa con quella vastità che forse solo la Cina riesce a restituire nella sua pienezza. Ma dove non mancano molte sfumature anche intime. La mostra alla Permanente di Milano resta aperta al pubblico dal 15 giugno al 10 settembre.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata