La decisione era attesa ed è puntualmente arrivata: le Mura venete di Bergamo sono diventate Patrimonio dell’umanità Unesco, nell’ambito di un sito transnazionale che comprende anche aree di Veneto e Friuli, di Croazia e Montenegro. Con la decisione, ufficialmente annunciata da Cracovia, l’Italia sale a 53 siti Unesco, e la Lombardia a undici. Le Mura venete sono strutture difensive costruite dalla Repubblica di Venezia fra il 1561 e il 1588 per difendere la parte collinare di Bergamo. Nei fatti, poi, non hanno mai dovuto fronteggiare assedi, e questo, oltre agli interventi di restauro, è uno dei motivi della loro ottima conservazione. Grande soddisfazione per il sindaco di Bergamo Giorgio Gori: “Da oggi – ha detto – il nostro impegno per la conservazione e la valorizzazione di questo nuovo gioiello del Patrimonio mondiale sarà ancora più grande”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata