La sezione cremonese dell’Unione italiani ciechi e ipovedenti denuncia uno spiacevole episodio acceduto nei giorni scorsi quando una associata è stata costretta ad attendere l’arrivo del taxi per più di un’ora. Una esperienza terribile per la donna che era sola e che per voce della presidente Flavia Tozzi chiede che situazioni simili non si verifichino più.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata