Piacenza. E’ uno dei punti nevralgici della città ma è spesso nel mirino dell’opinione pubblica per problemi legati all’incuria, alla riqualificazione e alla sicurezza: Borgo Faxhall, a Piacenza, sta tornando alla ribalta delle cronache per la sporcizia che, dopo la ripulitura prima delle elezioni, sta tornando a impossessarsi della zona. In particolare, nel mirino, ci sono gli oltre 3500 metri quadrati di area che stanno aspettando di rinascere in virtù dei fondi, ancora bloccati, del Bando periferie. Sono previsti 160 posti auto che potranno essere utilizzati, in particolare, dai dipendenti comunali degli uffici che dovrebbero essere trasferiti da Palazzo Mercanti a Borgo Faxhall dopo l’acquisizione degli spazi dovuto all’accordo che ha visto uscire di scena l’ex proprietaria. Tutta la riqualificazione si inserisce nel progetto portato avanti dalla precedente amministrazione e dall’assessorato competente che andrà a incidere su tutta la zona nord della città, per una cifra che si aggira attorno ai quattro milioni e mezzo di euro. Un’opera necessaria, perché troppe volte la zona è stata nell’occhio del ciclone per il degrado, per l’assenza di bagni pubblici nella zona e l’utilizzo dei giardini adiacenti per alcune necessità, zone in cui erano spesso presenti anche bambini; per la mancanza di sicurezza, soprattutto igienica, oltre per altre criticità strutturali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata