Milano mette mano alle zone più degradate e lo fa con un ampio piano che rientra nel “bando alle periferie”. 540 mila euro messi a disposizione da palazzo Marino per i 14 progetti fino ad ora finanziati su un totale di 160 presentati da oltre 500 associazioni meneghine. L’obiettivo è di rilanciare le periferie ovvero Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Niguarda-Bovisa e Qt8-Gallaratese. In ognuna di queste zone è stato finanziato almeno un progetto di rilancio. «Milano si dimostra fuori dal comune», ha commentato il sindaco, Beppe Sala. Il finanziamento, costituito da fondi comunali, proviene dalle risorse che il consiglio comunale aveva stanziato lo scorso aprile. I 540 mila euro copriranno il 90% dei costi dei vari progetti, lasciando l’altro 10% di spesa in capo alle associazioni proponenti. Nei prossimi mesi fa sapere poi il primo cittadino si svolgerà un incontro con le realtà che hanno partecipato al bando per, precisa sala “ragionare insieme su esigenze, bisogni e opportunità. Vogliamo confrontarci con le realtà del territorio anche sulle caratteristiche delle prossime edizioni del bando a cui vorremo dare una validità biennale». 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata