Novità in arrivo per chi si muove con i mezzi pubblici in città. Dal 4 settembre, il Comune di Milano e Atm, con una clamorosa marcia indietro, cancelleranno i tagli alle corse in metropolitana e sui tram e bus nei fine settimana, entrati in vigore lo scorso febbraio, che avevano sollevato numerose proteste da parte dei passeggeri. Con questo piano risparmi, infatti, i tempi di attesa e percorrenza per chi non utilizza l’automobile, si erano sensibilmente allungati. Nel dettaglio, le frequenze delle corse in metropolitana torneranno a essere quelle solite nelle ore non di punta dei giorni feriali e nei giorni festivi e lo stesso accadrà per bus e tram nei fine settimana. Potenziate, invece, le linee di superficie con la nascita della linea 35 del bus, tra la stazione della M1 di Molino Dorino e il quartiere di Borgo Porretta, attraverso via Gallarate, Stephenson, Eritrea (quindi passando per i quartieri di Cascina Merlata e Certosa). Modificano e prolungano il percorso, invece, la linea 70, la linea 77 e la linea 82. Il bus 45 modifica il percorso per collegare i quartieri Forlanini, Argonne e Acquabella con Lambrate Fs M2 e Città Studi. Cambio di percorso anche per la linea 47 tra il quartiere Ronchetto e viale Faenza/piazza Miani. Novità anche per tre linee di tram come la linea 1, la linea 19 in cui ci sarà anche un aumento delle corse programmate come per la linea 14 nelle ore di punta tra Lorenteggio e Porta Genova Fs M2. Un notevole investimento per Palazzo Marino, 5 milioni di euro per un piano complessivo di potenziamento del trasporto pubblico. Oggi il 57% dei cittadini a Milano si sposta con bus, tram e metro.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata