Suo padre era appena stato aggredito dall’automobilista che aveva posteggiato la sua Ferrari in Via Montenapoleone, a Milano, invadendo uno spazio riservato ai disabili. E lui, 7 anni, in sedia a rotelle, ha fornito un contributo “fondamentale” per risalire all’aggressore. Il piccolo è, infatti, un “patito” di Ferrari e la sua descrizione della vettura ha permesso agli agenti di polizia di individuare il proprietario: l’uomo, a cui suo padre aveva chiesto di spostare la supersportiva perchè gli impediva di aprire il portellone del bagagliaio per estrarre la sedia a rotelle, ha reagito con insulti e spintoni. A chiarirlo è Francesco Sciannamea, uno dei due poliziotti intervenuti sabato pomeriggio alle 18 nella via più nota del quadrilatero della moda milanese.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata