Considerato che, nei prossimi giorni, la temperatura scenderà al di sotto delle medie stagionali, a partire da oggi, a Brescia, gli impianti termici possono essere attivati per una durata non superiore a 7 ore giornaliere e i valori massimi della temperatura ambiente, come previsto dalla normativa dovranno essere di 20 gradi Celsius. Una notizia non certo favorevole per l’aria bresciana, dal momento che è tornato l’allarme per le Pm10 troppo alte, come rilevato, in questi giorni, dalle centraline Arpa in città e provincia. Martedì, tutte hanno verificato il superamento dei limiti, con la situazione peggiore al Broletto (81 microgrammi). Legambiente, chiede che non si abbassi la guardia e che, soprattutto, siano effettuati più controlli.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata