È stata inaugurata stamattina, dal Ministro Delrio, la linea ferroviaria che collega Arcisate (Varese) a Stabio (Svizzera), la prima tratta transfrontaliera costruita da oltre un secolo. La nuova linea di Rete Ferroviaria Italiana, Gestore della rete nazionale, è il primo valico transfrontaliero tra Italia e Svizzera senza stazione di confine.  Con i suoi 8 Km di sviluppo la linea, costati 260 milioni, collega il Canton Ticino con la provincia di Varese, consente di percorrere la tratta da Varese a Mendrisio in meno di mezz’ora e di collegare Como a Varese, tratta disattiva dagli Anni Cinquanta, in circa 40 minuti. I lavori sono durati 8 anni. In territorio italiano il tracciato ferroviario Induno Olona – Arcisate – Stabio si sviluppa dal ponte sul fiume Olona, a Nord di Varese, al confine di Stato con la Svizzera. La nuova linea ferroviaria transfrontaliera è dedicata al trasporto passeggeri, con velocità commerciale fino a 100 km/h. La circolazione ferroviaria sarà gestita e controllata a distanza dal Posto centrale diMilano Greco Pirelli. Attivate anche le tre nuove fermate di Induno Olona, Arcisate e Cantello Gaggiolo. Inaugurando l’opera Delrio ha affermato che è possibile fare in modo che le Alpi non siano più un ostacolo mettendo in campo un modello di sviluppo sostenibile. La realizzazione degli 8 Km di ferrovia che collegano Arcisate (Varese) a Stabio (Svizzera) consente a Trenord di introdurre con la partecipata Tilo (50% Ferrovie Federali Svizzere), a partire dal prossimo 7 gennaio, le linee S40 Como-Mendrisio-Varese, estesa a Malpensa da giugno, ed S50 Varese-Mendrisio-Lugano-Bellinzona, portando a 153 i treni che ogni giorno collegano l’Italia con la Svizzera Italiana.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata