È un pregiudicato serbo di 20 anni il rapinatore della bici a noleggio con la faccia butterata arrestato dagli agenti del commissariato Ticinese. Ardijan Bunjaku si avvicinava alle sue vittime in sella a una ‘Ofo’ e fingendo di estrarre un coltello dalla tasca, minacciandoli di morte, si faceva consegnare soldi e cellulare, per poi scappare sempre a bordo della due ruote del servizio di bike sharing. A lui vengono contestate almeno 10 rapine commesse tra fine settembre e fine novembre 2017 a Milano. Le sue vittime erano ragazzi tra i 18 e i 25 anni, e in due casi ha aggredito minorenni. La maggior parte studenti dello Iulm avvicinati spesso nei pressi della sede di via Carlo Bo. Molte volte si fingeva anche un agente in borghese in cerca di informazioni sui pusher. Bunjaku frequenta il campo rom di via Novara ed è stato scarcerato nel luglio scorso dopo aver scontato 2 anni e 8 mesi per rapina. Colpiva sempre in punti del quartiere Ticinese, nei dintorni del Naviglio Grande, dove non c’erano telecamere ma il 16 novembre è stato ripreso mentre avvicinava un ragazzo in piazza Maggi. La descrizione fornita dalla vittima e le immagini hanno aiutato gli investigatori ad individuare il serbo, caratterizzato da un viso particolarmente segnato dall’acne.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata