In Italia si registrano 9mila decessi all’anno per polmonite. Un’incidenza tre volte maggiore delle morti in strada e pari a 33 volte il numero dei decessi causati dall’influenza. Nonostante questo impatto significativo sulla mortalità la polmonite non è percepita come una malattia pericolosa, tanto meno tra gli over 65 che rappresentano il 96 per cento delle persone colpite. Lo dice una ricerca condotta da Astraricerche, secondo la quale gli anziani di oggi, spesso nonni super moderni, figure ormai fondamentali nel tessuto sociale, sono sicuramente più informati sulla polmonite rispetto a quanto emerso in una analisi di due anni fa.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata