Ancora non sono disponibili dati e statistiche sulle prescrizioni italiane di cannabis a uso terapeutico, ma a testimoniare il vertiginoso aumento della domanda sono le previsioni della Direzione dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico del ministero della Salute. Negli ultimi tre anni l’aumento del fabbisogno nazionale è stato di 100 chili l’anno, con una previsione di 350 chili per il 2017 e 500 per il 2018. a fronte di questa ingente richiesta si sta verificando un fenomeno molto spiacevole per i pazienti. La cannabis per uso terapeutico in Italia è finita ed è stata resa necessaria l’importazione dall’estero. Su questo argomento abbiamo fatto il punto della situazione con Davide Vitali chimico farmaceutico e docente a contratto alla facoltà di Farmacia di Pavia  e della farmacia Bruttomesso di Crema, prima in Italia a effettuare le analisi tossicologiche sulla cannabis terapeutica, utile nella cura del dolore e dove i farmaci falliscono.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata