Quello appena trascorso è stato un weekend difficile, dal punto di vista della sicurezza, per la città di Brescia e la provincia. Una donna di 33 anni è stata malmenata e rapinata da un clandestino tunisino in zona via dei Mille, catturato grazie al pronto intervento della Polizia Locale; un ragazzo ventenne di Calvisano è stato invece massacrato di botte in via Serpente da una gang di stranieri, solo per aver negato una sigaretta in discoteca. Una situazione che sta diventando insostenibile secondo Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione della Regione Lombardia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata