Brescia Lavoro grigio tendente al nero, burocrazia ostile e ampi spazi di irregolarità. Sono i problemi del settore edile nel bresciano dove secondo i controlli effettuati dal Cape le irregolarità nello scorso anno sono state il 35%, ben al di sopra della media nazionale che si ferma al 18%. Si tratta nella maggior parte dei casi di contratti di lavoro irregolari (o inesistenti), grazie a cui le imprese riescono ad abbassare i preventivi fino al 40% e quindi a rendersi ingiustamente più competitive. Per combattere questa grave piaga a Brescia è stato stipulato un protocollo della legalità sottoscritto da Provincia, Acb, Ance (Collegio costruttori edili), Cape (Cassa assistenziale paritetica edile) e sindacati di categoria (Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata