Ci sarebbero anche diversi fattori ambientali tra le cause del crollo del tasso di fertilità maschile. Secondo uno studio, pubblicato su una importante rivista scientifica, in quarant’anni, gli spermatozoi sono passati da 99 milioni per millimetro a 47.1 milioni. Lo conferma anche Giuseppe Miserotti esponente dell’Isde, Medici per l’Ambiente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata