Piacenza è stata recentemente nel mirino del Codacons che, alla luce dei dati di Legambiente, insieme ad altri sette comuni della regione Emilia Romagna, risulta fuori legge per lo sforamento dei limiti annuali di polveri sottili nell’aria, mettendo a rischio la salute dell’intera popolazione. Proprio i temi cruciali della tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini sono stati al centro dell’incontro che si è tenuto, ieri sera, All’Auditorium Sant’Ilario, organizzato dal Movimento Cinque Stelle di Piacenza. Inceneritori, bitumifici, cambiamenti climatici, fonti fossili e rinnovabili, efficienza energetica, rischio di perdita di biodiversità  sono stati solo alcuni degli argomenti trattati dagli ospiti. Maria Edera Spadoni, Deputata reggiana del movimento 5 stelle, nonché consigliera europea, ha parlato anche della Settimana dell’Orgoglio Cinque Stelle, in merito ai 23 milioni di euro donati volontariamente dagli eletti in un fondo per le piccole e medie imprese, creando lavoro e occupazione. In provincia di Piacenza, sono in aumento i tumori e le patologie auto immunitarie e tra i diretti responsabili ci sono l’inceneritore, il bitumificio, il cementificio, il traffico, la logistica. A Piacenza sono in notevole aumento, rispetto al resto della Emilia Romagna, i tumori al pancreas, alla mammella in giovani donne e neoplasie al colon. Alla serata hanno preso parte anche i candidati piacentini del Movimento Cinque Stelle Filippo Ghigini e Pierluigi Baronio, in corsa, rispettivamente, alla Camera ed al Senato che si sono presentati alla cittadinanza.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata