Quattro anni fa, a Serle, nel bresciano, Mirko Franzoni sparò ad un ladro uccidendolo. Un’azione che la comunità coprì solidarizzando con l’uomo e appellandosi alla legittima difesa. Sul caso nacque un dibattito di respiro nazionale. Ora, dopo alcuni mesi dalla sentenza di condanna, 4 persone tra cui padre e fratello dell’omicida, vengono indagati per falsa testimonianza. Sentiamo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata