La carenza di vitamina B12 può essere presente anche in coloro che seguono una dieta onnivora. E’ questa la risposta della Società Scientifica di Nutrizione Italiana Vegetariana che ha confutato uno studio della Società Simmesn (Società Italiana per lo Studio delle Malattie Metaboliche Ereditarie e lo Screening) che aveva definito inadeguate le diete vegane nelle donne in stato di gravidanza per il rischio di carenza di vitamina B12. La SSNV precisa che si tratta di una informazione errata poiché la carenza di questa vitamina può essere presente anche in una dieta onnivora e quindi ricca di proteine animali. “Di questo studio – afferma Luciana Baroni, presidente della Societa’ Scientifica di Nutrizione Vegetariana – sono stati divulgati risultati preliminari che sembrano almeno in parte non corretti: non e’ infatti stata rilevata la dieta di tutte le madri dei bambini, quindi ci sono casi di neonati per i quali non e’ nota la dieta della madre, che siano carenti o meno. Ci sono anche casi di bambini, figli di madri vegetariane che non sono in carenza, in quanto la madre seguiva una dieta completa, e casi di figli di madri onnivore che invece sono in carenza.”

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata