Una ‘squadra’ di polizia giudiziaria, attiva da qualche giorno e al momento composta da 17 investigatori, pronti ad intervenire sul posto in pochi minuti non appena si verificano fatti di questo genere: è quanto è stato messo in campo dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, capo del pool ‘Tutela della salute, dell’ambiente e del lavoro’, nata proprio in concomitanza con due incidenti sul lavoro nella zona di Porta Nuova. Una vera e propria task force, formata da 17 persone, che hanno aderito volontariamente, e che è composta in prevalenza da agenti della Polizia locale, ma anche da carabinieri e poliziotti. Alcuni degli investigatori hanno competenze specifiche anche su altri casi di cui si occupa il dipartimento, ossia su incendi, farmaci, alimenti, stalking sui luoghi di lavoro. Alcuni degli agenti della Polizia locale, in particolare, sono specializzati negli interventi per gli incidenti sul lavoro. La Siciliano, responsabile a Milano del Sesto dipartimento della procura, che si occupa fra l’altro di colpe mediche, reati ambientali e tutela del lavoro, ha detto che la gestione dell’emergenza è complessa e coinvolge molti soggetti. Già in passato erano stati sottoscritti protocolli con l’Ats. Negli interventi è importante che ci sia una regia unica, anche perché i primi passi di un’indagine sono spesso i più importanti. Dunque, ora nuova squadra è a disposizione dei magistrati tutti i giorni. Sempre pronta ad andare sul posto. A coordinare il gruppo di lavoro sono la stessa Siciliano e il commissario di polizia locale Maurizio Ghezzi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata