Brescia, acqua contaminata: restano chiusi i rubinetti a San Felice del Benaco

Brescia

Restano chiusi i rubinetti di San Felice del Benaco: l’emergenza Norovirus non è passata. Permane dunque il divieto ad usare acqua del rubinetto per fini alimentari e anche per lavarsi i denti. A dare l’allarme, lAts di Brescia che monitora le acque per uso umano, dopo che il Norovirus GII, di origine fecale, tra le principali cause di gastroenteriti e patologie affini, è stato trovato in alcuni campioni analizzati dall’Istituto Zooprofilattico, provenienti da vari punti di prelievo e da un serbatoio locale. Ieri sono proseguiti i controlli. Il gestore dell’acquedotto, Acque Brescia srl, ha predisposto l’invio di autobotti a San Felice, Portese e Cisano, per fornire l’acqua dalle 6 alle 24. Una situazione ancora di emergenza che fa riemergere la necessità di un nuovo depuratore delle acque del lago che garantisca sicurezza