Lorenzo Pierre Lablache, di 23 anni, e Leon Wisem Mohamed Touil, di 25, entrambi italiani residenti a Milano in zona via Creta. Sarebbero loro, secondo gli inquirenti, i responsabili dell’aggressione avvenuto lo scorso 13 maggio ai danni di due dipendenti dell’Atm. A trarli in arresto gli agenti dell’ufficio prevenzione generale della questura di Milano. L’episodio era accaduto intorno alle 3 di notte in piazzale Cadorna ai danni di due dipendenti dell’Azienda trasporti milanesi che erano intervenuti perché un mezzo si era dovuto fermare a causa di atti vandalici. I due, con precedenti, si sarebbero innervositi dopo aver tentato inutilmente di salire sul bus affollato della linea sostitutiva della metropolitana M2. Il conducente accortosi dell’atteggiamento molesto dei tre, appena ha potuto ha chiuso le porte lasciandoli fuori ed e’ ripartito, bloccando in due occasioni la corsa perche’ per alcuni secondi si sono piazzati davanti minacciando di lanciare una bottiglia di vetro contro il parabrezza dell’autista. Poco dopo i presunti responsabili della vicenda sono saliti sul mezzo successivo e, una volta raggiunto piazzale Cadorna, hanno hanno aggredito due controllori provocandogli ferite giudicate guaribili in 40 e 90 giorni. Una vicenda che ancora una volta costringe gli amministratori ad interrogarsi sulla questione sicurezza dei conducenti sui mezzi pubblici.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata