Mais e soia distrutti e danni anche su pomodori, zucche e riso. E’ il primo bilancio fatto dalla Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza del maltempo che ieri sera ha colpito la zona a sud di Milano e un’ampia fascia tra i comuni di Concorezzo e Villasanta in provincia di Monza. Le conseguenze peggiori si sono registrate nell’area a est dell’abitato di Vimercate, dove una forte grandinata ha investito decine di ettari di campi coltivati. “I chicchi hanno centrato in pieno ogni coltura – dichiara Giuliano Fumagalli, imprenditore agricolo di Vimercate, dai cerali agli ortaggi. Mais e soia sono stati completamente rovinati e anche i 4 ettari che coltivo con pomodori e zucche sono stati distrutti completamente. Prima è arrivata la grandinata, poi è venuta giù anche tantissima acqua”. Nel Milanese, invece, nel corso della notte una tromba d’aria con grandine ha colpito la zona di Carpiano, causando ingenti danni a piante e cereali e scoperchiando tetti. Dunque l’estate è iniziata in Italia con la caduta del 124% di pioggia in più a giugno, sulla base dei dati Isac Cnr. Lo sottolinea la stessa Coldiretti che segnala un conto dei danni alle campagne dall’inizio dell’anno pari ad oltre mezzo miliardo, a causa di nubifragi e bombe d’acqua. Sono gli effetti dei cambiamenti climatici in atto che si manifestano con una tendenza alla tropicalizzazione e alla più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. Da segnalare infine una voragine, profonda circa quattro metri, che si è aperta nel centro di Varese, in piazzale Kennedy. L’asfalto è sprofondato all’improvviso, questa mattina, a causa delle piogge battenti della scorsa notte. I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata