Cremona. Domani, al Provveditorato di Cremona, scatteranno le convocazioni del personale Ata, quindi dei collaboratori e degli assistenti, per le immissioni in ruolo in vista del nuovo anno scolastico. C’è grande attesa per questo primo appuntamento, perché ci sono precari in attesa anche da 10 anni. I numeri dicono che i posti sono 26 per assistente amministrativo, 3 per assistente tecnico e 30 per collaboratore scolastico. In questo modo, dunque, le scuole potranno contare sul personale all’inizio delle lezioni anche se c’è ancora tanto da fare anche in chiave corpo docente, per cui si attende la data per l’immissione in ruolo che, però, sarà a breve. Sono poi ancora diverse le criticità per la questione delle supplenze, per questo ci saranno scuole in sofferenza, sofferenza che sarà dovuta anche alla direzione e alla questione degli insegnanti legate all’istituto magistrale. A creare ulteriori differenze, quest’anno ci saranno anche le campanelle degli istituti che, nonostante le indicazioni della regione, scatteranno comunque in giorni e orari diversi. I primi a entrare saranno i più piccoli: le materne, infatti, apriranno i cancelli il 5 settembre. Le elementari, invece, cinque giorni dopo e, probabilmente, per la prima settimana non ci sarà il servizio mensa. Il 6 settembre, invece, toccherà agli studenti di Anna Frank e Vida, mentre il 7 Virgilio e il 10 la Campi. I più fortunati saranno i ragazzi delle superiori, che apriranno i libri il 12, che è poi il giorno d’inizio stabilito dalla regione. Ma, in base all’autonomia di ciascun istituto, ogni scuola può scegliere il girono migliore per cominciare, che può essere nel fine settimana, in modo fa far “assaggiare” ai ragazzi il clima scolastico per poi partire con decisione al lunedì, oppure a inizio settimana direttamente, come hanno deciso di fare diversi istituti, in modo da lasciare un fine settimana in più di relax agli alunni. I più fortunati di tutti, però, saranno i vicini di casa della provincia di Piacenza, per cui l’inizio dell’anno scolastico è previsto per il 17 settembre. Per loro, dunque, la campanella suonerà più avanti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata