Trenord, Onlit: “Gestione monopolista non funziona”

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e il nuovo amministratore delegato di Fs Gianfranco Battisti si incontreranno tra due giorni a Milano per fare il punto sulla situazione di Trenord, attualmente controllata al 50% da Ferrovie Nord (57,57% Regione Lombardia e 14,74% Fs) e al 50% da Trenitalia (100% Fs). Sul piatto lo scambio tra la rete Fnm, che sarà ceduta a Rfi (Fs) e la gestione del servizio, che farà capo interamente alla regione tramite Trenord, che passerà a Fnm. Il nuovo incontro segue il divorzio che si era consumato lo scorso 10 luglio tra Fontana e l’allora amministratore delegato di Fs Renato Mazzoncini. La nuova parola d’ordine, in questo caso, è nazionalizzazione, sulla scia delle proposte del Governo per le autostrade dopo il crollo del ponte Morandi di Genova. Secondo Dario Balotta, presidente dell’Osservatorio Nazionale sui trasporti e le liberalizzazioni (Onlit), i due si preparano “indossare un nuovo vestito per celebrare una vecchia cerimonia”. La strada da perseguire è quella della concorrenza.