Una vicenda di spaccio che coinvolge ragazzi giovanissimi quella portata alla luce dai carabinieri di Bagnolo Cremasco che avevano ricevuto una soffiata su un possibile pusher nella periferia di Vaiano. I militari si erano così appostati nei pressi dell’abitazione del sospettato, un diciannovenne con precedenti specifici.

Da qui hanno visto uscire due minorenni che sono stati fermati. Uno dei due, in tasca, aveva mezzo grammo di  hashish, appena comprato.

Gli uomini del maresciallo Alessandro Ciaberna hanno così perquisito l’appartamento ed in camera da letto, in un piccolo frigorifero, hanno trovato contenitori in vetro com diverse dosi già confezionate di hashish e marijuana nonché un bilancino di precisione e 225 euro in contanti. Il giovane è stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti aggravata dalla minore età dei clienti. Ora si trova ai domiciliari.

Anche un secondo spacciatore, questa volta un 26enne, disoccupato, residente a Cremona, nascondeva la droga in vasi di vetro in camera sua.

L’uomo tanto tifoso della squadra allenata da Luciano Spalletti da essere soprannominato “Biglia interista” è stato notato mentre transitava alle cinque di notte in via Castelforte, a Cremona, alla guida di un’utilitaria Ford.

Sottoposto a perquisizione, dal portafogli sono saltati fuori 500 euro in contanti e una dose di cocaina.

Il supertifoso era già noto alle forze dell’ordine, come assiduo frequentatore di “rave party” in particolare quelli organizzati dai centri sociali e fra tutti quello di zona “Cascinetto”. A casa sua sono stati trovati 5 cubetti di vari tipi di hashish per un peso di circa 50 grammi ed inoltre vario materiale atto al taglio ed al confezionamento delle sostanze stupefacenti. In un cassetto un altro panetto” di hashish. E’ stato arrestato.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata