Da tanto si dice che l’olio extra-vergine fa bene al cuore ma da oggi diventa realtà, a quanto pare fa bene al cuore e alla salute cardiovascolare in generale. Lo rivela appunto una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Communications, svolta dagli esperti del canadese St. Michael’s Hospital a Toronto i quali sono riusciti a dimostrare che ApoA-IV riduce la capacità delle piastrine di aggregarsi e formare pericolosi trombi che occludono le arterie.

Infatti possiamo leggere all’interno dell’articolo che l’olio extravergine aumenta una proteina nel sangue – chiamata ApoA-IV – che tiene a bada le piastrine, le cellule che servono a evitare emorragie ma che, se si aggregano impropriamente, possono portare a trombi (bloccare la circolazione del sangue) e quindi anche all’infarto o all’ictus.

I ricercatori durante lo studio hanno scoperto l’esatto meccanismo con cui la molecola si lega a un recettore sulle piastrine impedendo loro di aggregarsi. Il meccanismo è importante perché è anche protettivo cont orla formazione delle placche di arterosclerosi, perché anche questo processo è legato alla funzione delle piastrine. Secondo gli esperti le nuove conoscenze acquisite su ApoA-IV potrebbero portare a nuove terapie preventive e protettive per la salute cardiovascolare.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata