Aveva accoltellato un connazionale durante una lite, ed era poi scappato in Spagna. Ma per rivedere la fidanzata è rientrato in Italia monitorato sui social, ed è stato arrestato dalla Polizia di Stato. Il giovane, un marocchino di 21 anni, è stato bloccato su ordinanza di custodia cautelare: viene ritenuto l’autore di un tentato omicidio commesso il 4 giugno scorso in via dei Cinquecento ai danni di un connazionale di 32 anni. Le indagini, condotte dal Commissariato Mecenate, hanno permesso di accertare che il 21enne, che ha numerosi alias e precedenti per spaccio, nel pomeriggio del 4 giugno si trovava con la sua fidanzata, un’italiana di 17 anni, all’interno delle cantine di un palazzo in uno spazio utilizzato come abitazione di fortuna. Il connazionale, entrando nello scantinato e avendo trovato i due fidanzati in atteggiamenti intimi, li aveva sgridati per aver fatto sesso in concomitanza della festa islamica del Ramadan. Ne era così scaturita una lite che si era conclusa a coltellate. Su questo episodio e su altri recentemente accaduti a Milano, che hanno come protagonisti uomini di religione musulmana, è intervenuto duramente l’assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia, Riccardo De Corato.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata