Un docente delle superiori di Bergamo, Cosimo Errico, 58 anni, originario di Lecce, è stato ucciso la notte scorsa a Entratico (Bergamo): il corpo è stato trovato carbonizzato dal figlio.

Il docente viveva a Bergamo, dove era professore di Biotecnologia all’ Istituto Natta e gestiva la Cascina dei Fiori, fattoria didattica dove svolgeva attività per bambini e dove organizzava feste e compleanni.

Da una prima analisi del medico legale, sul corpo sono emerse delle ferite da arma da taglio. Per questo motivo i carabinieri indagano per omicidio.

L’uomo mancava da casa da ieri sera, quando si era recato alla cascina didattica, per sistemarla, dopo le ultime attività che vi erano state svolte.

Passata mezzanotte la moglie, non vedendolo rientrare, ha provato  a contattarlo per telefono, ma senza successo. Preoccupata ha chiesto al figlio di recarsi sul posto per capire cosa fosse successo. Quando il giovane è giunto sul posto, intorno all’una, si è trovato davanti agli occhi la macabra scena del padre morto e carbonizzato.

In un primo tempo i soccorritori avevano ipotizzato un incidente causato da una folgorazione e da un cortocircuito, visto che nella struttura era saltata la corrente. L’analisi del medico legale ha invece fatto propendere per l’uccisione da parte di qualcuno.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata