Cavi tranciati, alberi caduti per il forte vento e la pioggia scrosciante che hanno interessato la città e la provincia: sono stati oltre cento gli interventi nella notte per i vigili del fuoco milanesi. La zona più colpita è stata quella verso Vimercate, con interventi a Sesto San Giovanni e Monza. Il tempo oggi sembra migliorato, ma ci sono ancora diverse situazioni da risolvere.   Mole di lavoro molto simile per i vigili urbani, che per tutta la notte hanno avuto a che fare con sottopassi allagati e alberi caduti. Sempre a causa dei forti temporali, all’’istituto Steiner di Milano “ieri alcune classi si sono allagate diventando completamente inagibili, e in più parti della scuola sono crollate parti di soffitti e di muri”. La scuola “verserebbe da anni e anni in condizioni precarie: soffitti e intonaci che marciscono a causa delle infiltrazioni, classi allagate durante i temporali, porte rotte o mancanti”. Si tratta di situazioni “che spesso vengono ‘rattoppate alla buona’ con materiali non adatti e fuori norma o, ancora peggio, risolte a spese degli studenti facendo delle ‘collette di classe'”. Il Sindaco Giuseppe Sala è intervenuto sulla situazione scuole e sugli effetti del maltempo in città, dicendo che le previsioni sono abbastanza attendibili ormai, oggi siamo tranquilli, per questo non ho chiuso le scuole nonostante le richieste di alcuni. Le decisioni andranno prese giorno per giorno. Abbiamo avuto due problemi fondamentalmente: alberi che sono caduti, con qualche limitato danno, e poi abbiamo dovuto sfollare un paio di comunità che stavano vicino al Lambro. La situazione è questa. Ma abbiamo fatto vigilanza fino a ieri sera tardi, siamo rimasti attenti”. Inoltre, il Codacons ha annunciato un esposto in Procura per il crollo del soffitto verificatosi ieri al Politecnico di Milano, in zona Bovisa. Nel corso della lezione, molti ragazzi hanno notato una forte infiltrazione d’acqua dovuta alle copiose piogge che grondava dal soffitto. Fortunatamente si sono immediatamente spostati, perché in pochi secondi il soffitto e completamente ceduto aprendo una voragine. Tutto questo, per il Codacons, è inaccettabile, per questo ha deciso di presentare oggi stesso un esposto in Procura della Repubblica per quanto accaduto chiedendo che vengano accertate le responsabilità del caso.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata