Prima un guasto sulla linea che ha ritardato la partenza, poi una sosta in aperta campagna e ,alla ripresa del viaggio ,l’annuncio che il treno era rotto e che quindi si sarebbe dovuto attendere l’arrivo di un nuovo convoglio. E’ l’odissea raccontata da alcuni dei circa 600 passeggeri del treno Italo 9951 Milano-Napoli che ha accumulato più di tre ore di ritardo. L’annuncio del ritardo è stato annunciato già a Milano per un guasto sulla linea poi il treno si è fermato in aperta campagna. Una sosta che ha creato disagi, con due soli bagni funzionanti a bordo e diversi bambini e anziani tra i passeggeri. L’odissea dei passeggeri inizia, dunque già il primo giorno della settimana.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata