Una nuova terribile storia che parla di abusi e maltrattamenti a danno di anziani con fragilità. Un incubo ricorrente per ogni famiglia che questa volta succede a Milano, dove due fratelli di 81 e 86 anni erano in balia di una badante che li maltrattava all’insaputa di tutti.  La donna imbavagliava l’ottantunenne che doveva accudire con una sciarpa perché voleva dormire tranquilla, lo sgridava di continuo, lo colpiva con schiaffi e spinte. Questo il comportamento quotidiano di una donna ecuadoriana di 53 anni, pagata per accudire i due anziani, ha portato la polizia ad arrestarla per maltrattamenti. Le vittime sono un uomo di 81 anni, costretto sulla sedia a rotelle, e la sorella di 86 anni con alcuni problemi di salute. La badante era stata assegnata da un amministratore giudiziario nel 2015, e i due fratelli erano stati ascoltati alla fine di quell’anno dall’autorità giudiziaria che voleva verificare lo stato di benessere dei due in relazione all’attività svolta dalla donna. In quel caso i due anziani non avevano reclamato su nulla. A far luce, su quanto stava accadendo è stata l’attività investigativa degli agenti della Squadra Mobile, partita lo scorso agosto, quando una vicina di casa ha segnalato le urla di uno degli anziani che era caduto e non riusciva ad alzarsi da solo. All’arrivo degli agenti in Città Studi la badante non c’era, motivo che le è costato la denuncia per abbandono di persona incapace. La donna però è stata denunciata anche per resistenza a pubblico ufficiale, a causa della violenta reazione che ha avuto contro i poliziotti. Da quel momento è stata monitorata la situazione, di recente sono state installate telecamere nascoste e dopo tre giorni, appena hanno visto schiaffi e il bendaggio con la sciarpa, gli investigatori sono intervenuti per arrestarla. a un precedente per furto nel 2006 commesso all’interno di un’abitazione dove lavorava e nel 2011 è stata segnalata per una lite con il figlio di un’assistita.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata