Cremona All’inizio dello scorso giugno la polizia di Cremona ha dato notizia dell’arresto di un ex pugile rumeno, di trent’anni, senza fissa dimora e definito particolarmente aggressivo, per il tentato furto di una bicicletta e le lesioni arrecate alla poliziotta che l’ha fermato. Il giovane, dalle iniziali O. A., era già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio, oltre ad aver commesso resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale, e danneggiamenti. L’ex pugile, un sabato sera, si trovava vicino al centro storico, quando portava via la bicicletta di una donna che era seduta al tavolino di un bar. La poliziotta non era in servizio ma con un inseguimento è riuscita a ostacolare il malvivente, dopo essere stata spintonata contro i tavolini. E’ intervenuta la squadra Mobile. Il giovane poi è stato condotto in Questura dove ha dato in escandescenze e ha rotto un vetro. Quel che non è stato reso noto è che il rumeno ha subito una condanna, nel tribunale di Costanza, in Romania, nel luglio del 2009, per aver commesso assieme al fratello violenza sessuale su un’anziana di 82 anni. Il giornale rumeno “Cuget Liber” (“Libero pensiero”) ne ha dato notizia il 13 luglio del 2009. I due fratelli hanno forzato l’ingresso dell’abitazione dell’anziana signora, e dopo atti di “perversione sessuale”, come li definisce il giornale rumeno, hanno portato via dalla casa i beni di maggior valore che hanno trovato, fra cui un cellulare e una batteria per auto. La condanna è stata di sette anni di detenzione e il risarcimento di 20mila dollari per danni morali e 550 per danni civili. L’ex pugile è poi uscito in anticipo per buona condotta ed è arrivato in Italia alcuni anni fa, cercando di reinserirsi e di integrarsi. A Cremona, dopo il processo per direttissima, che ha riguardato solo il furto della bicicletta e i reati commessi nello scontro con la polizia, e quindi pochi giorni di carcere, è rimasto senza fissa dimora e senza lavoro, con la polizia pronta ad espellerlo dal territorio nazionale. Tempo fa, come si è saputo, ha cercato di affermarsi come gigolò a Cremona, pubblicando alcuni video sul suo canale Youtube, dove si presenta rivolgendosi al pubblico femminile. Il video ha avuto poche decine di visualizzazioni. Appare inoltre durante una festa danzante. L’ex pugile, infine, è stato visto nella città di Cremona pochi giorni fa, e da quanto si è saputo si nasconde in un casolare della campagna cremonese, ai confini con il Piacentino. E pendono ancora alcune denunce contro di lui.

 

Paolo Zignani

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata