Cremona. Nove anni sono trascorsi da quando alcuni residenti di via Bissolati hanno fatto la prima segnalazione al Comune di Cremona, per chiedere la bonifica dell’amianto, indicato come verosimile, e anche in stato di evidente degrado. All’interno del fabbricato all’angolo fra via Bissolati e via delle Foppe, di proprietà di un’agenzia immobiliare, c’è un tetto visibile dal secondo o terzo piano di uno degli edifici vicini, con una copertura che malgrado la preoccupazione dei cittadini rimane ancora al suo posto. Per questo sono arrivate nuove richieste d’intervento a Ivano Bonoldi, della sezione cittadina dell’Osservatorio nazionale amianto onlus, che già venerdì potrà presentare una nuova segnalazione al Comune, ribadendo il pericolo di cui l’amministrazione è già stata portata a conoscenza più volte nell’ultimo decennio. A Cremona, soprattutto sugli edifici privati, l’eternit è ancora molto diffuso, ma i privati tardano a fare le bonifiche: quindi l’Ona onlus chiama in causa il sindaco, come responsabile della salute pubblica. Oltre che all’interno dell’ex caserma Manfredini, sempre in via Bissolati, le temute fibre sono state segnalate anche in via Castelverde, poi in via Sammachini 16, una parallela di via Giuseppina, e in via Brenti 2, sui tetti di due garage di proprietà privata. L’eternit appare inconfondibile, in alcuni casi a pochi centimetri da un balcone, come il più inquietante dei vicini di casa. I siti che fanno parte del censimento amianto dell’Ats sono più di seimila, in provincia, e il picco delle malattie causate dalla dispersione delle fibre è atteso fra pochi anni, dato che la malattia mortale può restare in incubazione per interi decenni, prima di colpire. Secondo i dati dell’Ona, in collaborazione con Labor Network, fra il 2000 e il 2015 in provincia di Cremona le vittime sono state 171, sempre a causa delle mancate bonifiche. Fra mesotelioma e altre patologie asbesto correlate, la stima è di 2mila morti in Lombardia soltanto nel 2017. E in 15 anni i casi di mesotelioma in Lombardia sono stati ben 5.680.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata