E’ partita la attesa bonifica del parco Parenzo, a Brescia, inquinato dalla Caffaro. Si tratta di operazioni per asportare il terreno contaminato per una profondità di 50 centimetri. Da cinque anni si attendeva che partissero i lavori, nella speranza di riaprire l’area, risanata, al pubblico. Sulla situazione della bonifica, le tempistiche e gli stanziamenti del governo, che dipenderanno dalla presentazione di un piano operativo, ci spiega tutto l’assessore all’ambiente Miriam Cominelli

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata