Polemiche per la decisione del Comune di Milano di occupare 900 metri quadrati in pieno centro per uno sportello dedicato ad extracomunitari e profughi. A pochi passi da chiese, monumenti e attrazioni turistiche la struttura è una vera e propria anomalia amministrativa oltre ad uno spreco di risorse pubbliche.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata