Quasi mille euro (962) a famiglia per i milanesi (il dato comprende anche Monza Brianza e Lodi), il 55,6% dei soldi della tredicesima da spendere in regali e consumi vari (cene, pranzi, spettacoli, concerti ecc.) per questo Natale 2018. La stima è dell’Ufficio Studi di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza. Una tredicesima che, al netto delle tasse e del risparmio, nella spesa media complessiva per famiglia (1.730 euro contro i 1.695 euro dello scorso anno), si incrementa del 2,1% rispetto al 2017, lo 0,3% al netto dell’inflazione. Crescita non legata tanto all’effettivo incremento del potere d’acquisto quanto all’aumento della popolazione residente, degli occupati e dell’ammontare delle pensioni erogate. Il 44,4% della tredicesima 2018 è invece destinata alle altre spese, viaggi e vacanze e, in gran parte, ai cosiddetti “consumi obbligati”. Il valore degli acquisti di questo periodo natalizio è stimato in 1 miliardo e 748 milioni fra regali, cene e pranzi e spettacoli. Nelle stime dei consumi natalizi crescono in particolare, rispetto al 2017, l’alimentare (269 euro a famiglia, + 1,97%), la moda (128 euro, +3,55%), la tecnologia (80 euro + 3,48%), la cosmesi (39 euro, +4,17%). Cene e pranzi assorbiranno l’8,9% della spesa. Nei consumi generati dalla tredicesima il commercio elettronico inciderà per 126 milioni di euro, l’8,9% del valore degli acquisti dei regali di Natale. Dai turisti si prevedono 58,7 milioni di euro per lo shopping e 34,7 milioni nella ristorazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata