Un uomo di 28 anni è morto alle 4 di oggi in un grave incidente sull’Autosole fra Lodi e Casalpusterlengo causato dal passaggio di un branco di cinghiali. Nell’incidente sono rimaste ferite altre 10 persone, fra cui cinque minorenni. Il paziente più grave è stato portato in codice rosso all’ospedale Maggiore di Parma. Secondo la ricostruzione della polizia stradale, nell’incidente sono rimaste coinvolte tre macchine che andavano in direzione Sud. La prima ha investito due cinghiali e si è fermata. Una seconda auto arrivata ha investito le carcasse degli animali e poi urtato il veicolo fermo. Il conducente è sceso, probabilmente per chiedere aiuto, ed è stato travolto da una terza vettura, una Polo, che poi si è scontrata con le due auto ferme. Il conducente della Polo, di origini polacche ma residente in Italia, è morto sul colpo, la fidanzata di 27 anni è stata trasportata in gravissime condizioni, in codice rosso, all’ospedale di Lodi; mentre a Parma, sempre in codice rosso, è stato portato l’uomo travolto. Gli altri feriti sono un bambino e una bambina di 8 anni, un 11 anni, un tredicenne, una ragazza di 15 anni, due donne di 37 e 39 anni e due uomini di 40 e 48. I cinghiali hanno scavato un cunicolo nel terreno e sono così arrivati in strada e la rete di protezione è risultata perfettamente integra. E’ questo, a quanto si apprende, l’esito dei sopralluoghi tecnici effettuati subito dopo l’incidente avvenuto questa mattina sull’A1 dalla Polstrada e dalla Direzione tronco di Milano di Autostrade per l’Italia. Un altro problema, come evidenziato da Regione Lombardia, consiste nel fatto che in territori rurali e pedecollinari servono controlli più stringenti e un monitoraggio costante delle recinzioni adeguate ad evitare qualsiasi contatto tra fauna selvatica e automobilisti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata