Tornano ad accendersi i riflettori sul calcioscommesse a Cremona per la vicenda legata all’ex portiere grigiorosso Marco Paoloni, accusato di aver “drogato” i suoi ex compagni di squadra e per cui il pm ha chiesto 3 anni e un mese di reclusione. Dunque, per la Procura è stato Paoloni, che deve rispondere di adulterazione e di lesioni nei confronti dei giocatori che si erano sentiti male, ad aver versato l’ansiolitico Minias nelle bottigliette dei suoi ex compagni di squadra durante l’intervallo della partita Cremonese-Paganese del 14 novembre del 2010. Ma ci sono altri risvolti e altre tappe della vicenda, come ha precisato l’Avvocato Luca Curatti, difensore dell’ex portiere.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata