Lo studio epidemiologico condotto dall’Ats Valpadana sul territorio cremonese non è concluso ma si tratta di un lavoro approfondito che mira a stabilire il nesso di causa tra lo stato di salute della popolazione e le condizioni ambientali. In mano all’Osservatorio Epidemiologico dell’Ats c’è la mappatura delle fonti inquinanti e i dati che parlano di un’incidenza di malattie tumorali, leucemie e malattie respiratorio superiori alla media. Lo studio si prefigge di arrivare a stabilire con scientificità la causalità dei diversi inquinanti sullo stato di salute, ma già ora la fotografia è chiara e preoccupante.

Alcuni ritardi si sono accumulati nello svolgimento dello studio

 

In un’ottica di salvaguardia della salute pubblica un’azione fondamentale dev’essere intrapresa dalla politica per il contenimento delle polveri e degli inquinanti e controlli trasparenti ed adeguati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata