Brescia Conduceva uno stile di vita molto riservato e cambiava spesso abitazione affittando appartamenti in zone degradate per non dare nell’occhio. Lui, Lucio Galli è uno dei cinque latitanti catturati in repubblica domenicana, bresciano di 72 anni. Ricercato dal 2014 deve espiare la pena di 8 anni e 10 mesi di reclusione per reati sessuali commessi con minori, alcuni dei quali legati alla prostituzione. Il bresciano è stato catturato in località Valle Verde a La Romana. Altro bresciano coinvolto nell’operazione è Abele Chiarolini 78enne condannato a 10 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta, imprenditore nel settore alberghiero, catturato a Boca Chica, dove gestiva un hotel. Chiarolini ha precedenti per reati di falso, ricettazione, riciclaggio, abuso d’ufficio. Gli altri latitanti arrestati sono Salvatore Buonanno, 42 anni, di Caserta, ricercato dal 2014 per una condanna a una pena di 8 anni e 6 mesi di reclusione per reati di lesioni personali, violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo in concorso Massimo Ferrari, 53 anni, di Milano, ricercato dal 2017 per una condanna a 6 anni e 6 mesi di reclusione per violenza sessuale, Mauro Nadalin, 56 anni, di Pordenone, imprenditore ricercato dal 2016 per una condanna a 10 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta, truffa e appropriazione indebita, è stato catturato a Santo Domingo, dove lavorava come imbianchino, mostrando i suoi lavori sui profili Instagram e Facebook. L’operazione internazionale ha visto protagonista la squadra mobile di Brescia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata