Ancora polemiche su teatro cittadino: il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in un post sulla sua pagina Facebook ha nuovamente polemizzato con la Regione Lombardia e con il presidente, Attilio Fontana, per come hanno reagito ieri alla decisione della Fondazione Accademia del Teatro alla Scala di avviare una collaborazione con l’Arabia Saudita, con lo scopo di fornire un supporto tecnico per la creazione di un Conservatorio a Riad. Sala, che è anche presidente del CdA del teatro alla Scala, ha detto che “la cosa straordinaria in questa faccenda è che il rappresentante della Regione in quel CdA ha votato a favore dell’iniziativa. Quindi ha lanciato un piccolo consiglio, ossia di scambiarsi opinioni, per far capire a tutti come la pensino veramente. “E’ chiaro che essere ‘di lotta e di governo’ ha i suoi vantaggi – ha aggiunto il primo cittadino – ma qui si parla di una cosa talmente delicata per Milano che non permetterà a nessuno di giocare a nascondino. Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha risposto che non capisce perché Sala voglia sempre far polemica perché lui, ogni volta che lo vede lo tratta bene. Ieri infatti il presidente della Regione non ha dato un “giudizio positivo a priori” sull’accordo per dei corsi a Riad gestiti dall’Accademia della Scala, e ha detto di sperare che il cda della scuola (che ha dato il proprio via libera) si confronti con quello del teatro. “Sono questioni che attengono ai due cda – ha aggiunto -. Si è detto favorevole a portare la Traviata in Arabia e a qualsiasi tipo di collaborazione culturale ma pensa che i due cda si debbano parlare. Poi ha aggiunto che secondo lui il sindaco fa ironia, e dimostra forse una visione un po’ diversa dalla sua. Ha una visione un po’ più padronale e pensa che lui debba dare indicazioni al suo rappresentante nel Cda. Non vuole polemizzare con il sindaco, anzi, dice di voler collaborare con lui perché ci sono tante cose da fare e i pizzicotti che si danno non portano alcun vantaggio ai cittadini.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata